Crostini trevigiani

Questi crostini con radicchio rosso di Treviso, ricotta e noci, possono rappresentare un ottimo piatto unico. Ritroviamo tutti i macronutrienti: i carboidrati del pane di segale; le proteine della ricotta, i grassi buoni, gli omega-3, delle noci e la fibra del radicchio. Apportano anche numerosi micronutrienti tra cui il potassio, il calcio e la vitamina C del radicchio di Treviso e il magnesio, potassio, calcio e vitamina E delle noci.

Il radicchio rosso è considerato uno Smartfood dai ricercatori del progetto Smartfood allo IEO (Istituto Europeo di Oncologia) di Milano. L’amaro del radicchio è dato dall’acido cicorico, un derivato della caffeina (per questo esiste il caffè di cicoria!) con proprietà antinfiammatorie. In uno studio americano, 47 pazienti affette da artrite sono stati trattati con una dose crescente di radice di radicchio in capsule ed è stato visto un miglioramento in termini di dolore e rigidità. Inoltre, il radicchio rosso contiene le antocianine, i polifenoli che colorano le foglie e hanno la capacità di zittire i geni dell’invecchiamento e un effetto protettivo sul cuore e sui vasi sanguigni. L’ideale sarebbe mangiarlo crudo, così che venga mantenuta inalterata la concentrazione dei suoi nutrienti. La cottura sarebbe consigliata per non più di 7-8 minuti.

Vediamo come preparare i crostini trevigiani…

Ingredienti:

  • 100 g di radicchio
  • 100 g di ricotta
  • 2-3 fette di pane di segale
  • 5 noci

Procedimento:

  1. Rosolate per 4-5 minuti il radicchio in una padella con un po’ di olio evo;
  2. tritate le noci;
  3. con un mixer frullate il radicchio, poi aggiungete la ricotta e le noci e tritate tutti insieme;
  4. spalmate uno strato consistente di crema sulle fette di pane e i crostini sono pronti!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.