Pancake

La colazione è uno dei tre pasti principali insieme al pranzo e alla cena, e come tale deve essere completa ed equilibrata dal punto di vista nutrizionale.

I pancake sono un’ottima alternativa di colazione in cui ritroviamo tutti e tre i macronutrienti: carboidrati, proteine e lipidi.

Esistono un’infinità di ricette per i pancake, vi lascio la mia, su cui si possono fare diverse variazioni in base ai gusti, alle esigenze e a specifici disturbi (intolleranze, sindrome del colon irritabile, celiachia, ecc.).

 

Ingredienti per una persona:

  • 1 uovo;
  • 30 g di farina di castagne o di riso o d’avena o di mandorla (potete alternarle per capire quale vi piace di più);
  • 20-25 ml di latte vegetale (avena, riso, mandorla, cocco);
  • mezza banana schiacciata a piacere, può anche non essere aggiunta;
  • mezzo cucchiaino di bicarbonato o di lievito.

Procedimento:

  1. Sbattete l’uovo e unite il latte e/o la mezza banana schiacciata, la farina e il bicarbonato; se usate la banana il bicarbonato o il lievito non è necessario; se gradite, aggiungete all’impasto della cannella o vaniglia;
  2. formate una pastella e cucinate i pancake in padella con un filo di olio evo o di cocco bio;
  3. servire i pancake con della marmellata o crema di frutta secca o scaglie di cioccolato.

Se gradite, potete aggiungere alla pastella a piacere della cannella o vaniglia.

E’ possibile preparare i pancake in anticipo, eventualmente la sera prima, anche in doppia dose, e scaldarli al mattino.

 

Pancake con banana, serviti con marmellata di albicocca.

Biscotti di Halloween

In occasione della festa di Halloween ho preparato dei biscotti con la zucca al sapore di cannella, ideali per le vostre colazioni e spuntini.

Ingredienti:

  • 250 g di zucca
  • 300 g di farina di farro
  • 90 g di miele
  • 50 g di olio extravergine di oliva
  • 5 g di bicarbonato o lievito per dolci
  • 1 cucchiaio raso di cannella
  • 1 pizzico di sale
  • 50 g di cioccolato fondente > 75 % per le decorazioni

Procedimento:

  1. Cucinate in forno la zucca tagliata a cubetti; deve rimanere abbastanza soda così da ottenere una purea con l’utilizzo di una forchetta;
  2. In una terrina, unite il miele, l’olio evo, la cannella, il pizzico di sale e la zucca;
  3. Setacciate la farina e il bicarbonato o lievito e aggiungeteli al composto con la zucca;
  4. Mescolate fino ad ottenere un impasto omogeneo e lasciatelo riposare in frigo avvolto nella pellicola per mezz’ora;
  5. Stendete l’impasto fino a ottenere uno spessore di circa mezzo centimetro e formate dei biscotti circolari con l’aiuto di uno stampino o di un bicchiere;
  6. Distribuiteli in una teglia con carta forno e cucinateli in forno a 170 gradi per 15 minuti;
  7. Nel frattempo, mettete a bagnomaria il cioccolato fondente, che userete per decorare i biscotti con ragnatele e ragnetti, utilizzando una sacca-poche.

Il mio tiramisù

Da trevigiana doc il tiramisù è il dolce che ha sempre accompagnato le varie festività, feste di compleanno, ecc. Mio papà fa un tiramisù spaziale: mi ricordo ancora quando usava il frullino a manovella alla velocità della luce e faceva crescere delle nuvole candide di albumi. Nel tempo ha affinato la tecnica, studiato diversi trucchi, ma gli ingredienti sono sempre gli stessi, quelli del tradizionale tiramisù.

La mia versione, invece, è un po’ diversa dal classico tiramisù: ho pensato a una ricetta “light” senza mascarpone e senza zucchero, ma devo dire che è venuta molto buona ed è stata apprezzata! Ha un buon contenuto proteico quindi è perfetta anche per gli sportivi.

 

Ingredienti (per 4 coppette, se volete prepararlo in una pirofila, raddoppiate le dosi!):

  • 250 g di ricotta
  • 170 g di yogurt greco
  • 50 g di cioccolato fondente 72%
  • 1 cucchiaio di miele
  • 300 g di biscotti integrali
  • caffè (ho preparato una moka da 3)
  • cacao amaro in polvere qb

Procedimento:

  1. Preparate il caffè e lasciatelo un po’ raffreddare.
  2. Riducete in scaglie il cioccolato fondente.
  3. Mescolate insieme, in modo da ottenere una crema uniforme, la ricotta, lo yogurt greco e il miele. Unite poi le scaglie di cioccolato.
  4. Bagnate i biscotti nel caffè amaro.
  5. Componete il tiramisù nelle coppette o in una pirofila alternando uno strato di biscotti a uno strato di crema, fino a terminare gli ingredienti.
  6. Spolveratelo con un po’ di cacao amaro in polvere.
  7. Lasciate il tiramisù in frigo almeno quattro ore prima di gustarvelo!

Fiori di cocco senza zucchero

Ho pensato a una ricetta primaverile alleata della salute: dei biscotti perfetti per qualche colazione, ma anche ottimi come spuntino.

Cosa ho messo al posto dello zucchero? Una banana, un frutto molto zuccherino. E al posto del burro? Un po’ di olio d’oliva. Senza dilungarmi troppo vi scrivo la ricetta!

 

Ingredienti:

  • 1 banana (circa 110 g)
  • 1 limone (succo e scorza)
  • mezza arancia (succo e scorza)
  • 1 cucchiaino di miele
  • 100 g di farina di cocco
  • 1 uovo
  • 150 g di farina di kamut
  • 100 g di farina di farro
  • 10 g di olio d’oliva
  • 6 g  di lievito
  • un pizzico di sale
  • marmellata di albicocche

Procedimento:

  1. Schiacciate la banana aggiungendo il limone spremuto con un po’ di scorza;
  2. Unite l’uovo con un pizzico di sale, il cucchiaino di miele, mezza arancia spremuta e la sua scorza;
  3. Aggiungete l’olio d’oliva e mescolare bene fino ad ottenere un composto omogeneo;
  4. Mescolate insieme la farina di cocco e poi unite la farina di kamut, di farro e il lievito;
  5. Impastate per ottenere una sorta di pasta frolla; se l’impasto è troppo appiccicoso aggiungete un po’ di farina di farro;
  6. Lasciate riposare in frigo l’impasto avvolto in una pellicola per circa mezz’ora;
  7. Stendete la pasta in un tagliere con il mattarello fino a ottenere uno spessore di circa mezzo centimetro;
  8. Con degli stampini preparate i fiori; in metà di questi fate un buco interno (io ho utilizzato i bicchierini per gli amari);
  9. Nei fiori senza il buco, posizionate un po’ di marmellata al centro e poi unite il biscotto bucato al centro, bagnando con un po’ di acqua i petali del fiore in modo che i due biscotti aderiscano tra loro;
  10. Posizionate i fiori in una teglia ricoperta di carta forno e lasciatateli cucinare il forno a 180 °C per circa 20-25 minuti.

Crostata light con ricotta e gocce di cioccolato

Se vi dicessi che in questa torta ho messo solo 30 g di zucchero di canna?

Come dolcificante per la pasta frolla ho utilizzato il fruttosio derivante da una mela grattugiata; addirittura, possiamo eliminare completamente lo zucchero, aumentando leggermente la porzione di mela.

Questa ricetta l’ho pensata per ridurre l’indice glicemico, spesso troppo alto nei dolci, con lo scopo di evitare gli eccessivi sbalzi glicemici. Inoltre, la crostata light non ha né burro né uova, così da abbassare il contenuto di acidi grassi saturi. E’ perfetta, quindi, per i diabetici, per chi soffre di dislipidemie (ipercolesterolemia, ipertrigliceridemia) e per chi vuole perdere qualche chilo di troppo. 

Ingredienti per la pasta frolla:

  • 200 g di farina di farro
  • 120 g di farina di tipo 1
  • 1 mela sbucciata e grattugiata (circa 220 g)
  • 30 g di zucchero di canna (che possiamo anche evitare, aumentando la dose della mela a circa 250 g)
  • 60 g di olio d’oliva
  • 1 limone non trattato: la buccia e il succo
  • 8 g di lievito per dolci

Ingredienti per la crema:

  • 250 g di ricotta
  • 60 g di gocce di cioccolato fondente
  • 1 cucchiaio di miele

Procedimento:

  1. Grattugiate la mela precedentemente sbucciata e amalgamatela insieme allo zucchero, al succo e alla buccia di limone;
  2. unite l’olio, poi la farina e il lievito, fino a ottenere un impasto liscio che avvolgerete nella pellicola e lascerete a riposare in frigo;
  3. nel frattempo, preparate la crema, mescolando la ricotta con il miele e le gocce di cioccolato;
  4. una volta riposata, stendete la frolla e ricavate la base per la crostata;
  5. coprite la tortiera con della carta forno oppure ungetela con una noce di burro o un filo di olio e spargete della farina;
  6. bucate con una forchetta la base della crostata e riempitela con la crema di ricotta;
  7. cucinate la crostata in forno statico a 180° per 30/40 minuti.

“Fornelle” di carnevale

Durante il Carnevale, la festa più allegra dell’anno, ogni regione italiana ha le sue tradizioni e i suoi dolci preferiti. Frittelle, crostoli, chiacchiere, bugie, cenci, sfrappole, castagnole. In questo periodo è tradizione che almeno una volta si prepari uno di questi dolci: ogni anno le nonne preparano ceste di crostoli e friggono frittelle a volontà.

Quest’anno ho voluto sperimentare una ricetta di frittelle senza doverle friggere nell’olio: dopo diversi tentativi, ho sfornato queste “fornelle” di carnevale alle mele e yogurt. Come misura per calcolare le dosi ho utilizzato il vasetto di yogurt; senza dover pesare alcun ingrediente, unite il tutto e l’impasto è pronto!

 

Ingredienti:

  • 2 mele di media grandezza
  • 1 vasetto di yogurt bianco al naturale
  • 2 vasetti di farina di farro
  • 1 e 1/2 vasetto di farina di kamut
  • 2 uova
  • 1/2 vasetto di zucchero di canna
  • la buccia di un’arancia
  • il succo di mezza arancia
  • 1 cucchiaino di bicarbonato
  • 1 pizzico di sale

Procedimento:

  1. Sbucciate le mele, togliete il torsolo e tagliatele a cubetti molto piccoli; immergeteli nello yogurt per rallentarne l’ossidazione e aumentarne il sapore;
  2. in una terrina, sbattete con una frusta le uova con lo zucchero di canna fino a ottenere una consistenza spumosa; aggiungete un pizzico di sale, il succo e la buccia di arancia;
  3. aggiungete i vasetti di farina e il bicarbonato, mescolando bene in modo da non ottenere grumi;
  4. unite le mele con lo yogurt; se l’impasto è troppo liquido, aggiungete un po’ di farina di farro.
  5. con l’aiuto di due cucchiai, formate delle palline che disporrete su una placca da forno, rivestita di carta forno;
  6. lasciate cuocere in forno per circa 20 minuti a 180 °C;
  7. una volta raffreddate, guarnite le “fornelle” con lo zucchero a velo.

Buon Carnevale!!

Porridge

Il porridge è una tipica colazione anglosassone, perfetta per iniziare la giornata con energia, gusto e fantasia!

E’ una colazione in cui possiamo dare sfogo alla nostra creatività: una volta creata la base, la zuppa di avena, ci si può sbizzarrire aggiungendo diversi ingredienti a piacere. Per di più, la giusta combinazione di alimenti rende il porridge una colazione molto energetica e nutriente (proteine, zuccheri, vitamine e sali minerali).

La prima volta che l’ho preparato ero un po’ scettica per la ‘poltiglia’ che mi era venuta, ma poi arricchita con miele, frutta e semi oleosi mi è piaciuta molto! Anzi, è una colazione molto stimolante perché ogni volta è bello sperimentare gusti diversi. Tendenzialmente lo preparo la domenica, giorno in cui ci possiamo coccolare un po’ di più già da appena svegli!

Ingredienti

Per la base:

  • 30-40 g di fiocchi di avena
  • mezzo bicchiere di latte vegetale (avena, soia, riso) o vaccino
  • mezza mela o pera tagliata a pezzetti
  • 1 cucchiaino di miele

Secondo i vostri gusti potete aggiungere a piacere:

  • frutta fresca: frutti rossi (fragole, mirtilli, more, lamponi), kiwi, fichi, mandarini, ecc.
  • frutta secca: noci, mandorle, nocciole, anacardi
  • semi oleosi: semi di zucca, lino, girasole, chia
  • frutta essiccata o disidratata: uvetta, bacche di Goji, albicocche, banane, cocco
  • cioccolato fondente a scaglie o cacao amaro in polvere
  • spezie, aromi: cannella, menta, zenzero, ecc.

Procedimento

  1. Mettete in ammollo la sera prima i fiocchi d’avena coperti completamente con acqua e la mattina scolate l’acqua in eccesso. Se vi dimenticate, potete preparare direttamente la mattina mettendo i fiocchi d’avena in un pentolino ricoperti di acqua e facendoli bollire qualche minuto, eventualmente scolando l’acqua in eccesso;
  2. aggiungete mezzo bicchiere di latte e mezza mela o pera tagliata a pezzetti e lasciate bollire almeno 5 minuti, in base alla consistenza che volete ottenere;
  3. una volta raggiunta la consistenza desiderata, ponete la zuppa d’avena in una ciotola e aggiungete un cucchiaino di miele o dello sciroppo d’acero;
  4. a questo punto, date il via alla vostra fantasia aggiungendo qualche ingrediente che preferite tra quelli sopra elencati. Io questa volta ho aggiunto fragole, mirtilli e noci: che delizia!

Biscotti natalizi

Buon Natale!

Vi propongo dei biscotti con una pasta frolla alternativa a quella tradizionale, realizzata con farina di grano saraceno, più ricca di fibra e più povera di glutine, quindi meno invasiva sul nostro intestino. Al posto del lievito, ho utilizzato il bicarbonato di sodio: al contrario del primo non è un agente lievitante che effettua la fermentazione, ma è in grado in egual modo di agevolare la lievitazione, limitando il gonfiore che spesso provocano gli alimenti lievitati. Per darci un tocco di bontà (e polifenoli) in più, ho ricoperto i biscotti con il cioccolato fondente al 75%.

Ingredienti:

  • 200 g di farina di farina di grano saraceno
  • 100 g di farina 00
  • 120 g di burro
  • 120 g di zucchero di canna
  • 1 uovo
  • mezzo cucchiaino di bicarbonato di sodio
  • 1 pizzico di sale
  • 100 g di cioccolato fondente al 75%

Procedimento:

  1. Mescolate il burro, lasciato ammorbidire a temperatura ambiente, con lo zucchero di canna, aiutandovi con una forchetta o una frusta.
  2. Aggiungete l’uovo fino a ottenere un composto omogeneo.
  3. Unite le due farine, il bicarbonato e un pizzico di sale; impastate con le mani per amalgamare bene gli ingredienti.
  4. Formate un panetto, copritelo con la pellicola e lasciatelo riposare in frigorifero per circa mezz’ora.
  5. Trascorso il tempo necessario, stendete la pasta con il mattarello fino a raggiungere lo spessore di circa 0,5-1 cm.
  6. Ricavate i biscotti con le formine apposite e poneteli su una placca rivestita di carta forno.
  7. Cuocete in forno a 170 °C per circa 15-20 minuti.
  8. Una volta raffreddati, versate sopra il cioccolato fondente precedentemente sciolto a bagnomaria.

Sesamini

Prendendo spunto dai consigli del Dottor Franco Berrino, ho pensato a questa ricetta molto semplice e veloce di biscotti che ho chiamato sesamini. Sono studiati appositamente per non provocare dei picchi glicemici e insulinemici, con conseguente accumulo di glucosio nel tessuto adiposo e nel fegato. Per il loro contenuto di frutta secca e semi oleosi sono ottimi anche come spuntino!

 

Gli ingredienti sono solo 3:

  • 1 mela
  • circa 300 g di farina di mandorle
  • semi di sesamo q.b.

Procedimento:

  1. Cucinate la mela intera, preferibilmente gialla, in una pentola con un filo di acqua e con il coperchio.
  2. Una volta cotta, togliete la buccia e il torsolo della mela. Unite la sua polpa alla farina di mandorle. Aggiungete un po’ alla volta la farina, mescolando con una forchetta, fino a raggiungere una consistenza cremoso-solida. L’impasto deve rimanere un po’ appiccicoso.
  3. Ottenuto l’impasto, aiutatevi con due cucchiai per creare delle chenelle, che andrete ad adagiare su un letto di semi di sesamo. Aiutatevi con le mani per avvolgere la chenelle di semi. Noterete che l’impasto tenderà un po’ a distendersi.
  4. Infine, ponete i biscotti in una teglia con della carta forno e cucinate in forno a 180 °C per circa 30-35 minuti.

Torta di farro alle pere e cioccolato

Questa torta l’ho preparata in velocità il giorno del mio compleanno. Sono andata a trovare la mia nonnina convalescente e ho voluto cucinare qualcosa di semplice e leggero per festeggiare un po’ insieme a lei i miei 25 anni. Devo dire che è stata apprezzata!

Ingredienti:

  • 200 g di farina di farro
  • 3 uova medie intere
  • 140 g di zucchero semolato
  • 1 bustina (16 g) di lievito per dolci
  • 50 g di olio di semi di girasole
  • 40 g di cacao amaro in polvere
  • 60 g di latte vaccino o di soia
  • 2 pere di media dimensione

Procedimento:

  1. Montate con una frusta le uova insieme allo zucchero semolato fino ad ottenere una crema spumosa.
  2. Aggiungete il lievito in polvere, la farina di farro e il cacao amaro impastando con il latte.
  3. Aggiungete per ultimo l’olio di semi di girasole facendolo incorporare al composto che dovrà avere una consistenza cremosa (se dovesse risultare troppo duro e colloso aggiungete un po’ di latte).
  4. Disponete il composto ottenuto in una tortiera imburrata e infarinata, guarnite in superficie con le pere tagliate a fette sottili.
  5. Infornate con il forno preriscaldato a 180 °C per 35-40 minuti.
  6. Una volta cotta e raffreddata, guarnite la torta con un po’ di zucchero a velo.